Non tutte le ernie sono sintomatiche, ovvero provocano dolore.
Ma allora perché quelle sintomatiche provocano dolore?

Il disco danneggiato può esercitare pressione su tutto il midollo spinale o su un nervo; questo significa che l’ernia del disco può causare dolore nella zona colpita (mal di schiena) e anche nell’area del corpo controllata dal nervo che subisce la pressione del nucleo.

Non è sempre chiaro che cosa provochi la degenerazione e la rottura del disco, ma l’età è uno dei fattori più comuni; quando si invecchia i dischi iniziano a perdere il loro contenuto d’acqua (si disidratano), diventando meno flessibili e più soggetti a rottura.

Diversi fattori influiscono a portare ad un’ernia discale

Diversi fattori influiscono a portare ad un’ernia discale

La maggior parte dei pazienti con ernia del disco soffre di un dolore avvertito su un unico lato del corpo, che inizia lentamente e che peggiora nel tempo. Il dolore tende ad aggravarsi nelle situazioni in cui si esercita pressione sul nervo.

L’ernia cervicale provoca:

  • dolore al collo durante il movimento
  • intorpidimento o sensazione di formicolio a collo, spalla, braccio o mano
  • debolezza muscolare, che può limitare la gamma di movimenti possibili

L’ernia lombare viene invece avvertita con:

  • mal di schiena durante il movimento
  • intorpidimento o sensazione di formicolio a schiena, natiche, genitali, gambe o piedi.

Il nervo sciatico è il nervo più lungo nel corpo e si compone di diversi nervi più piccoli; corre dalla parte posteriore del bacino, attraverso le natiche, per raggiungere gambe e piedi.

Nel caso di ernia discale che preme sul nervo sciatico, possono comparire i classici sintomi della sciatica (o sciatalgia), con dolore anche molto severo e formicolio a gamba, anca e/o glutei.

SCOPRI IL TRATTAMENTO DISCOGEL

scopri